L’obiettivo principale della scuola è quello di creare uomini che sono capaci di fare cose nuove, e non semplicemente ripetere quello che altre generazioni hanno fatto.

Jean Piaget

La realtà scolastica riveste un’importanza fondamentale nello scorrere della quotidianità sociale, familiare, personale. La scuola è il tempio privilegiato dello sviluppo di competenze, potenziale umano, senso civico, umanità e relazioni. Fra quest’ultime, quella educativa interessa pienamente sia la dimensione interpersonale sia quella intrapersonale rendendo indispensabile l’attenzione a un doppio focus rappresentato da quanto accade nella relazione con l’altro da sé (Alter) ma anche in quella con se stessi (Ego). La relazione educativa è popolata da più di due attori e il gioco delle parti, l’analisi dei vissuti, l’elaborazione delle criticità e delle strategie, rende questa collettività preziosa per la “salute” dei docenti, degli studenti, dell’educazione in sé. Educare è anche educarsi in un continuo crescendo e offre ai protagonisti un “prender forma” (formazione, costruzione di buone prassi, acquisizione di competenze) che costituisce il capitale formativo (personale e comune) patrimonio della collettività scolastica.

1 -PROGETTO DI SUPERVISIONE AGLI INSEGNANTI: In_FormAzione – Scuola

InForm_Azione a Scuola intende offrire uno spazio regolare e cadenzato di formazione ai docenti tramite un lavoro multidisciplinare di supervisione. Gli insegnanti coinvolti nelle sessioni di gruppo mensili saranno affiancati in un lavoro di lettura a più livelli e prospettive avente per focus un evento critico, una fase, una storia complessa, proposta al gruppo di supervisione dal docente stesso e che interessa pertanto la personale pratica quotidiana. La metodologia di conduzione sia delle sessioni singole sia dell’intero ciclo d’incontri permetterà l’incremento generale dell’expertise soggettivo e di gruppo, l’identificazione di buone prassi professionali, di nuove strategie oltre all’implementazione generale del proprio bagaglio formativo. Gli incontri avranno cadenza mensile, avranno la durata di due ore ciascuno e accompagneranno il gruppo di docenti per l’intero arco dell’anno scolastico da ottobre a maggio. E’ previsto un incontro di presentazione dei lavori rivolto al collegio dei docenti che permetta la comprensione del progetto e la valutazione della propria partecipazione.

2 – PROGETTO DI FORMAZIONE EDUCATORI E GENITORI, ASILO NIDO E SCUOLE DELL’INFANZIADire,Fare,Educare…

La letteratura psico-pedagogica classica e recente, indica come i primi tre anni di vita del bambino costituiscano un periodo cruciale e delicato per lo sviluppo del figlio e della famiglia in cui cresce. Il bambino interiorizza e costruisce gli elementi fondamentali della capacità d’esprimere i propri pensieri e il proprio mondo emotivo. Interiorizza regole e qualità della relazione con l’Altro e dello “stare” sociale. Allo stesso tempo, la famiglia intera attiva un processo di trasformazione continua accordato al ritmo di crescita del bambino. Tale movimento potenzialmente evolutivo investe tutti gli individui che la compongono oltre che le dinamiche intercorrenti tra di essi. In questa società liquida, inoltre, la genitorialità si caratterizza per crescenti complessità, dettate dalle sopraggiunte nuove necessità dei piccoli alle quali devono seguire riflessioni e risposte da parte della famiglia e della società educante. Obiettivo del progetto è fornire approfondimenti tematici relativi alle tappe dello sviluppo infantile, offrire linee guida educative e condividere, all’interno di uno spazio di parola, interrogativi e quesiti, addivenendo a soluzioni comuni e condivise.